martedì 22 maggio 2007

Dominio .it in meno di 24 ore

Poi si dice che gli italiani vanno piano. In meno di qualche ora siamo passati dalle 48 alle 24 ore per un dominio .it. Chi offre di più?
Scherzi a parte, con piacere pubblichiamo questa testimonianza positiva. Questo blog infatti non è stato fatto per pura protesta, ma soprattutto per pubblicare (e ottenere) risultati concreti.

Cari Amici,

io sono un Maintainer del NIC HERMEDIA-MNT, e vi assicuro che per registrare un dominio ci metto sempre meno di 1 giorno lavorativo, provare per credere, a differenza di molti altri provider prima di inviare una LAR la analizzo, e successivamente se tutto è correttamente compilato da parte del cliente la invio direttamente tramite un sistema che viene fornito a tutti i Maintainer, la LAR elettronica.

Questo strumento che funziona sempre e a perfezione permette che le lar pervengono presso il registro in modo leggibile.

Dovete sapere che il problema dei fax non è legato al NIC, ma bensì alle linee italiane che ci ritroviamo.

Vorrei che questo articolo fosse pubblicato sul Vs. Blog poichè io condivido a pieno la voglia di rimuovere questa procedura burocratica alquanto obsoleta, ma non ritengo che il NIC abbia tanti problemi come si parla qui.

Inoltre vorrei rendere noto a tutti i lettori del BLOG che il dominio .it è uno dei pochi che nel whois non pubblica l’email, diminuendo in maniera sostanziale tutto lo spam che i spambot generano attraverso i whois.

Purtroppo delle cose italiane si parla sempre male, ma voi non sapete che quando vi scade un dominio con un’altra estensione il dominio viene bloccato, mentre il registro dei nomi a dominio italiano la mette in stato di NO-PROVIDER per 60 giorni, dando al cliente la possibilità di rinnovarlo con tutta calma, oppure basta una LAR per poter cambiare Registrant o Maintainer, senza che venga controllata l’email del cliente.

Dovete ricrederVi sul fatto che i domini Italiani rappresentano un passo indietro, forse la LAR è ancora uno dei strumenti che garantiscono l’affidabilità dei stessi domini e dei dati del whois inseriti.

E con questo vi lascio.

Nicola Decandia

Http://www.hermedia.it

Maintainer HERMEDIA-MNT



Grazie al provider per la sua testimonianza e per le indicazioni presenti. Speriamo possano essere preziose anche per altri provider e che non vengano da essi smentite.

4 commenti:

aggery ha detto...

ahahahahah, è comico questo articolo. Evitiamo di dire cavolate perfavore. I signori del Nic sono dei deficenti, come è possibile mandare 20 fax prima che ne riescono a leggere uno?? E non erano errati o incompleti.

Gabriele ha detto...

ragazzi, ma nons i può far nulla per togliere a questi incompetenti la registazione dei domini .it?

oggi mi hanno rifiutato la lar con questo motivo:

20260 - Manca l'indicazione relativa alla tipologia e alla versione della richiesta (l'indicazione e' riportata sopra la prima firma da apporre).

analizzando bene la lar inviata manca, in effetti, confrontandola con vecchie lar da me inviate, una frase del genere

Lettera di AR per persone fisiche – Versione 2007-01

sottolineamo che all'inizio del documento c'è la frase "richiesta registrazione dominio persone fisiche"... quindi l'utilità di quella frase che manca quale è?
non chiedetemi perchè non ci sia, forse un errore di copia incolla mio... ma che senso ha rifiutare una lar per quella frase che suppongo non abbia alcuna finalità legale?

sono sconvolto

vi prego, fate qualcosa contro il nic

jeko ha detto...

Uhm... a me è capitato di veder rifiutare una LAR perchè la provincia non era tra parentesi... Capisco che la città di Aosta non sia tra le più conosciute d'Italia... ma Aosta AO non mi sembra esageratamente difficile da capire...

Anonimo ha detto...

Non vorrei dire una cavolata (del resto mi sembra che tu ne abbia dette abbastanza) ma la redemption esiste anche per gli altri domini ICANN, essendo una regola dell'ICANN stesso che ogni TLD deve applicare. Sui .com sono abbastanza sicuro che hai 45 giorni di tempo per riprendertelo (il minimo imposto dall'ICANN sono 30 giorni). Per la storia dei whois, basta solo aver un buon provider, forse avere i server su Aruba non paga più di tanto...
Inoltre la storia che registri i domini in meno di un giorno te la auguro, ma guardando le code sul RAIN mi sembra probabile solo a ferragosto, almeno per esperienza mia.
Non so, a pensar male si fa prima sono d'accordo, ma a me sembra che ti sei fatto solo pubblicità.